Archive for the ‘nash’ Category

Intervistato sulla questione, il brillante matematico John Nash, da cui è tratto il film “A Beautiful Mind“, interviene dicendo:

Non sono i modelli creati dai matematici per costruire gli strumenti finanziari sempre più complessi ad avere trascinato il mondo nel baratro, la responsabilità è dichi li ha usati in modo avido e irrazionale

Forse ci stiamo accorgendo che una buona dose di apertura alle tecnologie, sui metodi e sulle conoscenze che esulano il mio preciso percorso formativo (scuola, università, ambito lavorativo) aiuta in campi diversi il sapere colletivo, e lo fa per così dire progredire.

Il rischio diventa però poi un altro:

È il tema della diversità tra i soggetti che sviluppano i modelli e coloro che poi li gesticono, quotidianamente. Penso che un upgrade di competenze, oserei dire culturale, di questi ultimi è fondamentale. Non si possono usare questi modelli senza capirne la reale portata.

Che ne pensate ?

Annunci